Miei cari amici, sono passati già diversi giorni da quando ho lasciato lo Shisha Pangma ed il Tibet.

Qui a Kathmandu mi sono ambientato, sto bene anche se un po’ sulle spine… sono giorni che corro di qua e di là per risolvere il problema del passaporto e posso felicemente comunicarvi che ho, in parte, risolto questo problema. Essendo presente in Nepal una semplice rappresentanza onoraria d’Italia, le questioni passaporti vengono gestite dal Consolato Italiano di Calcutta, India. Potete quindi immaginare tutti i “giri” per ottenere un nuovo passaporto. Una sorta di triangolo tra Nepal, India e Italia. La notizia è che mi arriverà tra giovedì e venerdì della prossima settimana, dopodiché richiederò, attraverso l’ambasciata indiana qui a Kathmandu, un nuovo visto per l’India. Nel frattempo mi dedico alla fotografia, alla visita dei siti più importanti della città, alla lettura e ad un po’ di relax. Anche se non vi nascondo che sto mettendo buone basi qui in Nepal in visione di progetti futuri ai quali sto già lavorando. Quando il corpo è costretto a rimanere fermo… lavora la mente. Essendo questa capitale estremamente cosmopolita, ho deciso di pubblicare le foto scattate per “sezioni”… in questo caso, come potrete vedere dagli scatti qui sotto, questa pagina la dedico alla religione Induista. Oggi ho visitato il cuore Hindu di Kathmandu. Un qualcosa di incredibile ai miei occhi e per il mio “cuore”. Ho passato l’intera giornata tra questa gente, credente a tratti eccentrica ma dotata di un fascino indiscutibile ed innegabile.

Credo che le foto parlino da sole e per questo non voglio continuare ad annoiarvi con i miei racconti e descrizioni… le prossime foto saranno dal cuore Buddista dell’imponente Stupa. BUONA VISIONE amici miei.

PS: di scatti ne ho fatti molti e selezionandoli cerco di trasmettere a voi che siete a casa ciò che passa davanti ai miei occhi comprese le crude immagini delle cremazioni fatte a cielo aperto, ma anche questo fa parte dell’importante religione Induista.

Sponsor

Contattami

Top